Home
Azienda
Millocchio Bianco
Millocchio Rosso
Vigne nuove
Vigne vecchie
vitigni
Cantina
Foto
Contatti

VITIGNI

ALEATICO
ALICANTE
ANSONICA
BUONAMICO
CILIEGIOLO
CLAIRETTE
MAMMOLO
NOCCHIANELLO
RIMINESE
PROCANICO
VERDELLO

NOCCHIANELLO


Si tratta di un vitigno di cui nel pitiglianese esistono probabilmente diversi biotipi: in una delle collezioni di vitigni locali presenti sul territorio figurano tra i bianchi il Nocchianello gazzarretto, il Nocchianello peloso, il Nocchianello reale e il Nocchianello peloso a spiga di granturco.
Il Nocchianello non è iscritto al Registro Nazionale delle varietà di vite ma è presente in alcune collezioni ampelografiche toscane. Esiste anche un Nocchianello nero.
E' ormai rarissimo trovarlo nelle vigne pitiglianesi e non si hanno notizie di questo vitigno al di fuori di questo areale. Geneticamente è un vitigno originale con una parentela stretta (probabilmente fratello) con il Mammolo N. Questo ci può far pensare a una sua probabile origine toscana.
L’etimologia del nome potrebbe derivare da nocchia, nocciola, forse per il colore del suo legno, o da nocca (nóccola) che potrebbe riferirsi alla forma del grappolo, piccola e compatta come una mano chiusa a pugno.
È sicuramente un vitigno dai caratteri molto interessanti. Il grappolo è piuttosto piccolo e mediamente compatto, con una buona resistenza alla botrite. La maturazione non è troppo precoce e la vinificazione effettuata nel 2011 dette un vino con una certa consistenza e buona intensità aromatica.

Foglia piccola, orbicolare, pentalobata. Seno peziolare spesso sguarnito. Pagina inferiore con forte densità di peli striscianti sulle nervature, mentre tra le nervature è glabra.

Grappolo cilindrico, talvolta allungato, quasi mai alato. Acino tondo.